Connessione Internet lenta: cosa fare per rimediare

Durante la navigazione in rete, può capitare di trovarci con una connessione lenta, problematica che può essere dovuta a diversi motivi e che rende anche la consultazione di un semplice sito, snervante. In questo articolo vi spiegheremo come diagnosticare il problema e quindi la soluzione per cercare di risolverlo.

In primo luogo bisogna cercare di stimare se il rallentamento deriva da un difetto nella connessione fornita dal nostro provider. Se la colpa non è dell’operatore telefonico il responsabile della connessione lenta può essere dovuta al nostro router Wi-Fi oppure al nostro dispositivo con cui siamo connessi, che sia un PC, un tablet o uno smartphone.

Ecco un breve indice del nostro approfondimento:

    1. Misurare oggettivamente la propria velocità di rete e segnalare guasti
    2. Cambiare i DNS
    3. Controllare e ottimizzare la rete Wi-Fi
    4. Controllare il software del vostro dispositivo

Misurare oggettivamente la propria velocità di rete e segnalare guasti

Stimare oggettivamente la propria velocità di connessione è fondamentale e fortunatamente molto semplice. Spesso sono i guasti sulla rete le principali cause di connessione ad Internet lenta o instabile.

Per avere una misura il più possibile oggettiva, prima di fare il test bisogna:

  • disconnettere dalla rete tutti i dispositivi tranne quello di test;
  • connettersi al router tramite cavo LAN, oppure se non è possibile, restare connessi tramite WI-FI, ma avvicinare molto il router al dispositivo di test, così da minimizzare eventuali disturbi;
  • chiudere completamente tutte le app che utilizzano la banda sul dispositivo di test, come i programmi di file sharing e i client di Netflix e Spotify.

Soddisfatte queste condizioni si può operare un test abbastanza indicativo. Per lo speedtest è ottimo e semplice da usare il servizio offerto da OOKLA, basta collegarsi a questo indirizzo e cliccare sul pulsante VAI.

Connessione internet lenta: misura oggettiva tramite speed test

Il consiglio è di fare il test almeno un paio di volte, se trovate una velocità molto lontana da quella promessa nel vostro contratto, allora è il momento di aprire una segnalazione presso il vostro operatore telefonico (provider). Potete trovare ulteriori informazioni anche nell’articolo qui sotto:

In genere il provider rileva il problema o il guasto, e avvia la procedura per risolverlo, in questo caso tocca attendere qualche giorno lavorativo che il problema venga risolto e la nostra connessione ad Internet riprenda a funzionare a dovere.

Nel caso in cui la velocità di connessione è bassa, ma l’operatore non riscontra il problema e/o non vuole risolverlo, possiamo utilizzare il tool Nemesys del progetto Misurainternet dell’AGCOM. Il tool è stato creato dal garante, per aiutare i consumatori ad avere una misura oggettiva e certificata da far valere nelle proprie rivendicazioni verso i provider.

Il programma è multipiattaforma, una volta installato ed eseguito, verifica la presenza delle condizioni per una buona misura e poi esegue test per 24 ore. Alla fine stila un report e se la velocità è bassa permette di inviare direttamente una segnalazione all’operatore. Per scaricare il tool Nemesys e scoprire più informazioni sul progetto potete consultare questa pagina.

Se i test dicono che il problema non è la connessione fornita dal provider, allora vi consigliamo di continuare nella lettura, consultando i prossimi paragrafi.

Cambiare i DNS

I server DNS convertono gli indirizzi dei siti Web che sono sotto forma di indirizzo IP, nelle più comprensibili stringhe di testo che siamo abituati ad utilizzare. Un rapido server DNS ci permetterà di ricevere prima le pagine, ma non migliorerà la nostra velocità di download. Questa problematica è da tenere in considerazione solo per chi utilizza un Pc e da escludere per chi adopera uno smartphone o un tablet.

Di solito i server DNS degli operatori con cui abbiamo il nostro contratto adsl o fibra, risultano particolarmente lenti e capita spesso che blocchino alcuni siti, dandoci l’impressione di avere un problema sulla nostra connessione internet di casa. Cambiare gli indirizzi dei server DNS primario e secondario è semplice e può essere una soluzione, per farlo, consultate la nostra guida rapida dedicata, dove vi mostreremo come cambiare DNS.

Controllare la rete Wi-Fi

Se ci siamo accertati, come abbiamo spiegato nel primo paragrafo, che il problema non è colpa del provider ma risulta ancora internet lento, tocca controllare la rete interna. Oramai gran parte delle nostre reti domestiche ed aziendali sono wireless e lì si può trovare l’intoppo. I casi possono essere due:

  • Il router non riesce a gestire il grande numero di dispositivi connessi contemporaneamente. Per appurare il problema basta disattivare qualche dispositivo connesso e vedere se la connessione ad Internet torna rapida e veloce. Si consiglia di ripetere le prove in giorni diversi, perché può capitare che un dispositivo stia scaricando in background un aggiornamento e saturando la linea. Se in giorni successivi la prova da lo stesso esito, è chiaro che il problema è il router. Quindi si consiglia di acquistare un nuovo modello di fascia superiore, a tal proposito vi consiglio di dare un’occhiata alla nostra guida:
  • Il vostro dispositivo (portatile, smartphone o tablet) potrebbe non riuscire a comunicare bene con il router a causa o della distanza o della crescente congestione dei canali delle reti. In questo caso tocca ottimizzare la propria rete per migliorare la situazione, operazione trattata nel prossimo paragrafo.

Ottimizzare la rete Wi-Fi

Ottimizzare la rete wireless è abbastanza semplice, bastano pochi passi:

  • bisogna collocare il vostro router al centro dell’area da coprire (di solito un ufficio o una casa);
  • bisogna fare una scansione con un analizzatore di rete, ce ne sono di ottimi per smartphone Android, semplici da usare e anche per sistemi desktop (in merito vi rimandiamo alla nostra guida su NetSpot). Tramite la scansione sarà possibile individuare se ci sono canali Wi-Fi liberi o almeno meno congestionati. Se tutti i canali fossero molto congestionati, andrebbe presa in seria considerazione l’idea di dotarsi di un nuovo router dual band;
  • bisogna verificare di non avere un ripetitore Wi-Fi collegato ad un altro ripetitore, ogni range extender deve essere collegato direttamente al router. Se così è difficile estendere la copertura in certe aree, allora bisogna utilizzare altri strumenti, come una rete cablata o una comoda powerline.

Il problema della congestione dei canali wireless è divenuto molto importante negli ultimi anni, prima solo in pochi avevano una rete Wi-Fi aziendale o domestica. Oggi invece, in ogni appartamento, o quasi, di un condominio è presente una rete wireless, quindi, spesso i 13 canali a 2,4 Ghz, permessi per legge in Italia e Europa, sono saturi. Per questo, si consiglia di comprare dispositivi dual band che riescono a comunicare anche tramite la banda da 5 Ghz, che è molto più libera.

Controllare il software del vostro dispositivo

Se la causa della connessione Internet lenta non è ne la rete esterna ne quella interna, il problema potrebbe risiedere nel vostro dispositivo. Spesso il problema non è hardware ma software, alcuni programmi malevoli (malware) possono rallentare o ostacolare la vostra connessione alla rete Internet.

Il sorgere di questo tipo di problemi è più probabile se avete una vecchia versione di Windows, oppure se non effettuate regolarmente gli aggiornamenti di sicurezza. In questo caso si consiglia di scaricare e installare un buon anti malware e fare una scansione per eliminare virus e trojan che potrebbero aver infettato il vostro PC. Se la vostra connessione ad Internet è così lenta da rendere impossibile il download, è consigliabile scaricare l’eseguibile dell’anti malware su un altro dispositivo e poi passarlo su quello da controllare.

Dopo aver ripulito è consigliabile, attivare Windows Defender e gli aggiornamenti automatici, pianificando l’aggiornamento a un orario ben preciso in cui utilizziamo poco il computer o ancora meglio scegliendo noi quando scaricarli e installarli. Per farlo, ad esempio in Windows 7, basta seguire i passaggi qui sotto:

  1. andare in “pannello di controllo”, poi “Sistema e sicurezza”, poi “Windows Update” e nella finestra che si apre cliccare a sinistra su “Cambia Impostazioni”.
  2. Cliccare sulla freccetta verso il basso per aprire il menu a tendina posto sotto “Aggiornamenti importanti”
  3. Scegliere “Verifica la disponibilità di aggiornamenti ma consenti all’utente di scegliere se scaricarli e installarli”
  4. Dare conferma cliccando su “OK”.

pianificare aggiornamenti windows

Inoltre, dovreste pensare anche ad aggiornare il vostro browser (ovvero il programma che si usa per navigare) alla sua ultima versione, o nel caso utilizziate un browser pesante su un computer poco potente, sceglierne uno più leggero tra i migliori browser indicati nel nostro articolo.

Si consiglia fortemente di evitare i programmi che promettono di avere una connessione più veloce, non fanno ciò che promettono, ed anzi rischiano di rallentare ulteriormente la vostra connessione, facendovi scaricare software invasivi e pesanti, rendendo il vostro PC lento su internet e nell’uso quotidiano di tutti i giorni.

Please wait...