App per prendere appunti e note

I nostri dispositivi portatili (smartphone e tablet), essendo sempre con noi, hanno sostituito le vecchie agende e i post-it su cui segnavamo appunti e cose più o meno importanti da non dimenticare. Grazie alle app attualmente presenti è possibile fare molte più cose rispetto al passato, con la possibilità di allegare ai nostri appunti anche foto e note vocali, per prendere nota di qualsiasi cosa in modo più preciso e dettagliato.

Inoltre le moderne applicazioni per prendere appunti funzionano in cloud sincronizzando tutte le nostre note da qualsiasi sia il dispositivo da cui ci colleghiamo, quindi basta fare l’accesso con il nostro account per averle subito a disposizione, su PC, smartphone, tablet e per chi vuole anche da smartwatch.

In questo articolo vedremo tutte le migliori soluzioni per prendere appunti sulle varie piattaforme, così che possiate scegliere sempre lo strumento migliore.

Le migliori soluzioni multi-piattaforma per prendere note

Google Keep

App per prendere appunti: Google Keep

Si tratta della nostra app preferita per gli appunti, per la quale basta avere un account di Google per trovarsi le note in cloud sincronizzate su ogni piattaforma e sempre accessibili. Il servizio ideato da Google è dall’aspetto molto minimale, ma con tutte le funzioni principali e ha poco da invidiare rispetto ad altre soluzioni a pagamento.

Google Keep permette di:

  • creare tutte le note che si vogliono senza limitazioni e di sincronizzarle su tutti i dispositivi che si vogliono;
  • inserire immagini nelle note;
  • acquisire i dati dai biglietti di visita o dai documenti tramite OCR;
  • creare note vocali;
  • trasformare le note in promemoria con data e ora, o luogo;
  • creare annotazioni collaborative (che possono essere editate da più persone);
  • ha varie opzioni di formattazione e la scrittura a mano libera.

Utilizzare Keep è semplicissimo, da mobile o tablet basta utilizzare il client che si trova su Play Store e App Store oppure direttamente tramite browser direttamente dalla pagina del suo sito.

Su desktop per Windows, Mac e Linux si può utilizzare l’estensione per browser Chrome oppure direttamente dal sito, come indicato in precedenza.

Una volta raggiunto il servizio, basta fare l’accesso col vostro account di Google (o di Gmail è lo stesso). A questo punto si possono facilmente creare note, leggere ed organizzare le note presenti e condividerle. Il tutto tramite l’elementare interfaccia, che presenta pochi semplici ma intuitivi pulsanti.


OneNote

App per prendere appunti: OneNote

Si tratta dell’app di appunti di Microsoft, come quella di Google è gratuita e senza limiti, dall’interfaccia un po’ più curata e con qualche elemento grafico in più, per personalizzare in modo maggiore i propri appunti. Per utilizzarla non è necessario possedere Office o una sottoscrizione a Office 365). OneNote è uno strumento molto potente ed è una delle soluzioni preferite dagli studenti per prendere e sincronizzare i propri appunti. Il servizio è disponibile su WindowsMacOSAndroid e iOS, basta fare l’accesso con l’account Microsoft, per avere i propri appunti sincronizzati. L’utilizzo è semplice, come Keep.

OneNote permette:

  • di creare note con diversi contenuti (foto, audio);
  • di condividere gli appunti;
  • di scrivere a note mano libera;
  • di creare note senza limitazione e di sincronizzare su un numero infinito di dispositivi.

Evernote

App per prendere appunti: Evernote

Anche questa applicazione ha avuto un buon successo, soprattutto prima del lancio di Keep e OneNote per Android e iOS. Evernote, come le due app sopracitate, ha varie versioni per le diverse piattaforme, ovvero WindowsMacOSAndroid e iOS. A differenza delle due app citate precedentemente però la versione free ha diverse limitazioni: permette infatti la sincronizzazione su soli due dispositivi, lo spazio di archiviazione è limitato e permette la consultazione offline solo da desktop. Potete vedere nello specifico le limitazioni a questa pagina.

Applicazioni per prendere appunti su iPad con Apple Pencil, su Surface e sui 2 in 1

I nuovi iPad con Apple Pencil, i Surface di Microsoft e i tablet 2 in 1 con digitalizzatore e penna, sono degli splendidi strumenti per prendere appunti. Sono disponibili, molte ottime app apposite, ecco le tre migliori:

OneNote (Windows, Android e iOS)

App per prendere appunti: Onenote

Abbiamo già parlato dell’ottimo strumento di Microsoft, su questa categoria di dispositivi è uno strumento eccezionale. Oltre a tutto ciò di cui abbiamo parlato nello scorso paragrafo permette:

  • di scrivere tramite penna riconoscendo i livelli di pressione, e con il riconoscimento della grafia;
  • di dettare il testo tramite la voce.

L’applicazione come detto è gratuita su tutte le piattaforme (WindowsMacOSAndroid, e iOS).


Nebo (Windows, Android e iOS)

App per prendere appunti: Nebo

Si tratta del miglior software per la conversione del tratto in testo. L’app è semplicemente eccezionale e senza dubbio una delle migliori per prendere e condividere appunti su qualsiasi piattaforma. Che abbiate un tablet con digitalizzatore di casa Apple, Microsoft o un qualsiasi Brand con sopra Android, sicuramente amerete quest’app. Ecco le sue più importanti caratteristiche:

  • supporta i servizi cloud su cui si possono subito caricare gli appunti;
  • gli appunti possono essere esportati in vari formati Word e come testo;
  • non riconosce i livelli di pressione, ma il tratto è fluido e come detto, il riconoscimento è eccezionale;
  • ottimo è il riconoscimento anche di formule e matrici.

L’app costa una decina di euro ed è disponibile su Windows Store, su Play Store e su App Store.


Penbook (Windows)

App per prendere appunti: Penbook

Siamo di fronte ad un’altra apprezzata app per prendere appunti. Penbook a differenza delle prime due app proposte non ha il riconoscimento del testo e non è multipiattaforma, però offre:

  • la possibilità di salvare gli appunti sui servizi cloud;
  • la condivisione degli appunti sotto forma di PDF;
  • varie tipologie di fogli, che fanno la forza di questa app;
  • riconoscimento dei livelli di pressione.

Penbook è disponibile su Windows Store a circa 20 €.

Il nostro approfondimento sulle migliori app per prendere appunti si è concluso, ci auguriamo di averi indicato tutte le migliori soluzioni che il mercato riesce ad offrire.

Please wait...