Navigazione in incognito: a cosa serve e come attivarla

La modalità in incognito è una funzione che ormai è presente in tutti i moderni browser e permette di navigare senza lasciare tracce sul proprio dispositivo.

Se utilizziamo questa modalità i siti che visiteremo non saranno segnati nella nostra cronologia (che è la lista di tutte le pagine che abbiamo visitato) e i cookie salvati da queste pagine verranno eliminati alla chiusura della rispettiva finestra.

navigazione incognito

Attenzione! La modalità incognito non permette di mantenere l’anonimato! Il provider (cioè l’azienda che vi fornisce il servizio di connessione ad Internet), in caso di inchiesta la magistratura e le autorità inquirenti (come la polizia postale) o banalmente il vostro sistemista al lavoro o in ufficio, possono sapere comunque quali siti state visitando.

Per mantenere efficacemente l’anonimato mentre navigate in rete vi tocca optare per un buon servizio VPN o usare TOR. TOR, per sua natura, è completamente inadatto alla fruizione dei contenuti multimediali e non si può usare per il P2P né per vedere video in streaming; per questi ultimi, è necessario utilizzare un serio servizio VPN.

A cosa serve la modalità Incognito e quando è utile?

Abbiamo detto quando non serve per chiarire la confusione che regna sull’argomento. Ora esaminiamo gli scenari in cui è più utile:

  • Quando si vuole fare un regalo a sorpresa, se lasciamo le pagine nella cronologia potremmo farci scoprire. Mentre con la modalità Incognito non c’è questo pericolo. Una volta chiusa la finestra non ci sarà traccia nella cronologia. Ovviamente potrete sempre trovare traccia del vostro acquisto entrando con il vostro account nel sito di e-commerce scelto (ad esempio su Amazon, nella sezione “I miei ordini“).
  • Quando semplicemente si vuole navigare ed essere sicuri che chi ha accesso al dispositivo dopo di noi non trovi tracce. Per questa ragione la modalità incognito è anche detta “porn mode”, perché è molto utilizzata da coloro che frequentano siti web per adulti.
  • Se si vuole accedere con due account diversi sullo stesso sito, ad esempio su Facebook, su Twitter o su Instagram. Si può farlo aprendo una finestra in modalità Incognito, nella nuova finestra si potrà fare l’accesso sull’account secondario, senza perdere l’accesso al primario.
  • Sempre quando si naviga su un PC pubblico, dove potrebbe essere pericoloso lasciare traccia della nostra navigazione. Con la modalità in Incognito siamo sicuri che dopo aver avuto cura di chiudere la nostra finestra non resterà traccia delle nostre pagine visitate, né nella cronologia né sotto forma di cookie.

Come si usa la modalità in Incognito?

In ogni browser è davvero semplice utilizzare la nota modalità, anche se in alcuni ha un nome differente. Vediamo come procedere sui principali programmi per navigare.

Navigazione in incognito su Chrome

  • Su Chrome, in alto a destra cliccare sul pulsante menù (caratterizzato da tre pulsanti posti in verticale) e cliccare sulla voce “Nuova finestra di navigazione” in incognito. Si può utilizzare anche la rapida scorciatoia da tastiera “CTRL+MAIUSC+N” (oppure CMD+MAIUSC+N su macOS). Sulla versione mobile di Chrome la proceduta è analoga.
  • Su Firefox, sempre in alto a destra, cliccare sul tasto menù (questa volta è identificato da una icona con tre segmenti sovrapposti) e premere sulla voce “Nuova finestra anonima“. Oppure si può utilizzare la combinazione di tasti “CTRL+MAIUSC+P” (CMD+MAIUSC+P su macOS).

Modalità InPrivate

  • Su Microsoft Edge, in alto a destra cliccare sul suo tasto menù (caratterizzato anche qui da tre puntini) e cliccare su “Nuova finestra InPrivate“. Si può utilizzare la combinazione di tasti “CTRL+MAIUSC+P” (CMD+MAISCU+P su macOS).
  • Su Safari su Mac la procedura è leggermente diversa: tocca selezionare la voce “File” nella barra dei menu situata in cima allo schermo e poi fare clic su “Nuova finestra privata”. Si può anche usare la veloce combinazione “CMD+Shift+N“.

Il nostro approfondimento si è concluso speriamo di avervi chiarito le idee. E ci teniamo a ricordarvi che per navigare davvero anonimi in rete vi tocca optare per una VPN.