Cosa sono i cookie e come gestirli

Navigando su internet, una delle prime cose che salta all’occhio quando carichiamo un sito è il messaggio in cui veniamo avvertiti che il sito utilizza i nostri cookie. In pochi sanno veramente di cosa si tratta e a cosa servono, proprio per questo motivo risponderemo a tutte le vostre domande in questo articolo:

Indice dell’articolo:

I cookies (in italiano “biscottini”) sono dei piccoli file utilizzati dai siti in accoppiata ai browser web per conservare alcune informazioni e migliorare la navigazione.

Questi file, vengono memorizzati da ogni browser e sono costituiti da semplice testo (che rappresenta informazioni specifiche, come dati personali) poi interpretato in un secondo momento lato server.

Sia i browser desktop, quali Microsoft Edge, Google Chrome, Firefox, Safari, Opera, Internet Explorer e sia i browser per smartphone e tablet conservano e fanno uso di questo sistema per svariate motivazioni. Al momento della connessione ad un sito web, il browser si occupa di inviare al server web il cookie che ha precedentemente memorizzato in una sessione di navigazione diversa.

I cookie possono conservare i dati d’accesso per un sito (username e password) per non dover reinserire le credenziali d’accesso ogni volta che si ricarica la pagina; possono memorizzare le ricerche effettuate dall’utente durante la navigazione (per esempio se cerchi su Amazon un oggetto, Amazon leggerà il cookie e ti presenterà banner con oggetti identici o simili a quelli cercati).

Conservano informazioni sul sistema operativo in uso, sul browser utilizzato, informazioni di rete (IP, paese di provenienza) e credenziali per entrare in un secondo momento su di un sito web.

Vengono utilizzati per conservare i prodotti nel carrello della spesa presente sugli e-commerce così da poterlo completare ad una seconda successiva apertura del sito. Sono una parte indispensabile della navigazione su internet come la conosci, perché usati per una serie di operazioni di comunicazione tra la pagina web e il tuo browser.

Con questo sistema è possibile a tutti gli effetti “tracciare” le abitudini di navigazione di un utente finché il sistema dei cookie è attivo e questi ultimi sono salvati.

Questo è il motivo per cui da un pò di tempo, per la privacy, i cookie sono sottoposti a giurisdizione. L’UE (Unione Europea) ha infatti imposto ai siti web, di visualizzare un messaggio d’avviso con la cookie policy per far capire all’utente in che modo vengono usati questi “biscottini” sul sito che si accinge a visitare.

Info sui cookie pubblicitari

All’interno di un sito puoi trovare anche dei cookie di terze parti o cookie pubblicitari che hanno come scopo quello di profilare le abitudini di navigazione dell’utente sfruttando dati personali ed offrire banner pubblicitari su misura.

Le pubblicità che vedi su qualsiasi sito ti sembrano sempre molto familiari o basate sui tuoi gusti o sulle ultime tue ricerche? Questo è possibile grazie ai cookie pubblicitari, che seguono l’utente anche quando visita diversi siti (un cookie pubblicitario può funzionare anche su diversi siti).

Le leggi in questo caso, sono ancora più severe: all’utente deve essere concessa la possibilità di scegliere se essere profilato o meno ma spesso la volontà dell’utente viene completamente ignorata.

Come gestire i cookie sul browser

I cookie vengono gestiti dai browser, che li custodiscono nel disco rigido o nella memoria interna del dispositivo per un periodo di tempo predefinito (hanno una “data di scadenza”).

Vuoi cancellare i cookie ed eliminarli definitivamente? In questo caso perderai l’accesso automatico ai siti dove hai già inserito le credenziali che ti chiederanno di inserire nuovamente username e password.

Per eliminare i cookie su qualsiasi browser Web per PC o Mac basterà premere la combinazione di tasti Ctrl + Maiusc + Canc, selezionare la voce Cookie o simili e premere su “Cancella”.

Cosa sono i cookie

La schermata cambia in base al browser in uso, ma il risultato è lo stesso.

Vuoi effettuare l’operazione di cancellazione su più browser contemporaneamente? In questo caso ti consiglio di utilizzare il programma gratuito CCleaner che offre la possibilità di cancellare qualsiasi traccia di navigazione dai browser presenti nel PC.

DOWNLOAD | CCleaner

ccleaner per la cancellazione dei cookie

Portarti nella sezione “Pulizia”, poi clicca su “Analizza” e in seguito su “Avvia pulizia”. Di default tutti i cookie dei browser Web presenti verranno indicizzati e cancellati in un sol colpo.

Se vuoi invece regolare il comportamento dei cookie da parte dei siti ti basterà portarti nella sezione “Impostazioni” del tuo browser e cercare la voce Cookie.

Per esempio, puoi trovare come si presenta questa schermata su Google Chrome (Impostazioni-> Avanzate -> Impostazione contenuti -> Cookie).

chrome e cookie web sul browser

Qui puoi decidere quali cookie bloccare, quali cancellare all’uscita e quali consentire sempre, così da offrirti sempre il massimo del controllo quando navighi su internet e accedi ai siti preferiti.

Cos’è il GDPR

Il GDPR, acronimo di General data protection regulation, è il regolamento europeo diventato operativo il 25 maggio 2018 sulla privacy e sui dati personali, in Italia è il Garante della privacy a occuparsi del trattamento dei dati. Chiunque commetta un’infrazione rischia multe fino a un massimo di 20 milioni di euro o del 4% sui ricavi annui.

Attraverso il GDPR, regolamento composto da 99 articoli, si cerca di uniformare le leggi europee sul trattamento dati, dandoci  il pieno controllo delle informazioni che ci riguardano. Nello specifico si può:

  • chiedere di rimuovere informazioni che ci riguardano
  • si possono prelevare e spostare i dati da una piattaforma all’altra
  • obbligo di avviso, in caso di fuga di informazioni sensibili, entro 72 ore (art.33).

Il regolamento deve essere applicato da tutti coloro che gestiscono informazioni personali: sia privati che aziende. Altri obblighi sono costituiti da:

  • una richiesta di consenso in forma chiara (art.7)
  • la creazione di un registro delle attività (art.30)
  • la designazione di un responsabile dedito alla protezione dei dati (art.37).

Riguardo alla richiesta di consenso, come già detto, la richiesta deve essere fatta in modo chiaro, distinguibile e facilmente accessibile. Il registro delle attività deve indicare le finalità dell’elaborazione dei dati, i rispettivi destinatari e il tempo di permanenza dei dati prima della cancellazione.

Please wait...