Come videosorvegliare casa da remoto

Quando ci allontaniamo dalla nostra dimora raramente ci sentiamo tranquilli, in questo articolo approfondiremo tutti i modi tecnologici per sorvegliare casa. Grazie ad Internet infatti, oggi è possibile tenere d’occhio casa nostra agevolmente e con una bassa spesa anche a distanza con i dispositivi mobile.

Sorvegliare casa via internet tramite smartphone e PC

Per video-sorvegliare casa o il proprio ufficio da remoto le soluzioni sono sostanzialmente due:

  • Dotarsi di un apparato di video sorveglianza connesso ad Internet, quindi di una o più IPcam (esistono validi modelli molto economici, per scegliere l’IPcam migliore per le vostre esigenze vi invitiamo a consultare il nostro articolo.
  • Trasformare la Webcam del nostro PC in un apparato di videosorveglianza, tramite appositi programmi di videosorveglianza gratuiti di cui abbiamo parlato nell’articolo dedicato.

In entrambi i casi basterà connettersi ad un indirizzo remoto con il proprio telefono. L’indirizzo sarà fornito di volta in volta o dall’applicazione o direttamente dal dispositivo per poter controllare agevolmente casa nostra ( o il nostro ufficio).

Inoltre entrambe le soluzioni sono spesso dotate di funzioni per il rilevamento del movimento e dei rumori di forte intensità. Possiamo configurare le cam per inviare un messaggio per email quando viene rilevata un’anomalia, così da poter correre a controllare e, nel caso non si trattasse di un falso allarme, chiamare le forze dell’ordine.

Come costruire il proprio impianto di videosorveglianza

Per costruire un impianto di videosorveglianza vero serve sicuramente più di una singola IPcam che può controllare una sola stanza (anche se ampia). Il metodo più semplice è comprare un kit che contiene più IPCam (e di solito anche un NVR (Network Video Recorder), ossia un videoregistratore di rete) e fornisce la possibilità di collegarsi tramite applicazione dedicata o direttamente tramite indirizzo Web come abbiamo detto.

videosorveglianza della casa con Ipcam

Per prima cosa bisogna scegliere quale parte di casa nostra vogliamo sorvegliare e se è posta all’interno o all’esterno. Ovviamente nel secondo caso dobbiamo scegliere un modello (da esterno) adatto, resistente alla pioggia e alle altre sfide ambientali.

Un’altra cosa a cui dare attenzione è il collegamento e l’alimentazione. Bisogna controllare che la nostra telecamera ip possa essere raggiunta o dal cavo LAN o più semplicemente dalla rete WiFi (dal punto di vista della sicurezza è molto meglio il collegamento cablato in quanto non può essere disturbato) e ovviamente dall’alimentazione elettrica. Le IPcam di tipo POE sono particolarmente interessanti perché permettono di essere alimentate tramite cavo LAN.

Poi si dovrà scegliere se vogliamo un impianto che memorizza le riprese o che ci informa solo la situazione attuale. Nel secondo caso bisogna decidere dove vogliamo che le nostre registrazioni vengano memorizzate, spesso i produttori offrono degli appositi servizi cloud gratuiti per un certo periodo, altrimenti se si preferisce salvare i dati in locale si può usare un NVR, oppure una memoria MicroSD (se le videocamere scelte possiedono lo slot apposito).

Alcuni ottimi Kit di IPcam per realizzare impianti di videosorveglianza

Eccovi alcuni Kit con più videocamere, hanno il loro software incluso, l’installazione è super semplificata (di solito basta alimentarle e collegarle ad Internet tramite WiFi o LAN).

32% sconto

Se si dispone di telecamere IP differenti e si preferisce non acquistare un Kit, si può fare in proprio con un ottimo software gratuito.

Un ottimo programma per gestire il vostro impianto domestico: iSpy

Si tratta di un programma open source e gratuito di semplicissimo utilizzo e compatibile praticamente con ogni IPcam in commercio. Bastano pochi click per collegare le proprie telecamere e unirle in un unico impianto. Se si vuole si possono integrare anche con la Webcam del proprio PC, così da provare ad aumentare ulteriormente la copertura del nostro impianto. Inoltre se si lascia il PC attivo si può controllare l’intero sistema di videosorveglianza anche a distanza ed essere avvisati in tempo reale in caso di anomalie.

videosorvegliare casa: iSpy

Il software ha una semplice interfaccia ed è anche facilmente configurabile. Il programma permette di rilevare il movimento o i suoni, tramite ip camera e microfoni, così da tenere sotto controllo casa a distanza in qualsiasi momento e mettersi al sicuro da eventuali effrazioni.

Se avere maggiori informazioni e per scaricare iSpy possiamo andare sul sito ufficiale del progetto.

L’applicazione è disponibile purtroppo solo per Windows. L’installazione è davvero semplice dalla pagina di download basta scaricare l’eseguibile (per la maggior parte dei PC odierni si consiglia di scegliere la versione a 64 bit). Dopo aver scaricato il programma, cliccando si potrà procedere con la breve installazione (che non presenta insidie).

Il nostro approfondimento su come sorvegliare casa si è concluso, ci auguriamo di avervi indicato tutte le migliori soluzioni per poter stare più tranquilli quando vi allontanate.