IPTV su Android: guida rapida

Le IPTV sono l’argomento del momento. Sono molti coloro che cercano in modo di vedere la propria lista IPTV su Android. In questo articolo approfondiremo tutti i metodi più utilizzati per vedere le liste pubbliche e private su sistema Android. L’interesse del pubblico deriva anche dal gran numero di TV Box con sistema Android utilizzati per vedere le liste.

Iptv su androidUna lista è un file di testo che contiene i link dei flussi dei vari canali. Il client provvede a prendere a prendere i flussi e ad eseguirli. Quindi per vedere una lista serve sempre un’app apposita (il client appunto).

Utilizzare le liste IPTV su Android

Ci sono tre modi semplici per vedere i canali di una IPTV su Android:

  1. utilizzare Kodi, che è un ottimo media center multipiattaforma. Per la guida completa sulla configurazione e l’utilizzo vi invitiamo a consultare la nostra apprezzata guida: come usare Kodi con IPTV
  2. usare uno degli ottimi client presenti sul Play Store (ne parleremo nel prossimo paragrafo)
  3. sfruttare le liste pubbliche presenti su diverse note app (come Tv Tap ed Evil King)

Quali sono i migliori client IPTV per Android?

Sul Play Store, come detto, sono molte le app valide per vedere le IPTV. Escludendo Kodi che è molto di più di un semplice client IPTV.

I client migliori secondo la nostra esperienza sono:

Tutti hanno bisogno della configurazione iniziale, in cui è l’utente ad inserire l’indirizzo o il file della Playlist IPTV che poi verrà riprodotta. In generale i problemi di riproduzione raramente sono colpa del client e molto più spesso è colpa della lista di canali IPTV.

Come scaricare e configurare un client IPTV

In questo paragrafo mostreremo come configurare la propria lista su Lazy IPTV (che è il nostro client preferito). Mostriamo la procedura su un solo client perché è molto simile in tutte le app.

iptv su Android

Installare Lazy IPTV è semplice, basta andare sul Play Store usando un device android tramite questo url: Download Lazy IPTV

La configurazione è pure molto rapida:

  • lanciare Lazy IPTV, si ci troverà nel menù principale
  • premere sulla voce Nuova Playlist (New playlist)
  • apparirà una schermata di dialogo dove si dovrà scegliere la fonte della lista “Da file (From file)” o “Da internet (via URL)” in inglese “From Internet (by url)”. Si dovrà scegliere Da File se si ha disposizione una lista in formato m3u, invece si dovrà scegliere Da Internet se si è in possesso di un URL (se si hanno entrambe la seconda è da preferire perché permette l’auto-aggiornamento). Nel nostro esempio abbiamo usato la lista infogw (http://pastebin.com/raw.php?i=8GpCCkhf)
  • dopo il caricamento compariranno i canali; a questo punto per riprodurne uno basta un tap su “Salva” (in inglese “Save”)

Se oltre i canali volete anche gli EPG cioè il comodo palinsesto automatico dovete inserire una sorgente EPG. L’inserimento è un vero gioco da ragazzi. Ecco i pochi semplici passi che servono:

  • In alto a sinistra cliccate sul tasto menù e poi andate sulla voce EPG
  • Nella schermata Sorgente EPG premete sul tasto col + posto in alto a destra
  • Potete utilizzare quella del noto Tapioca (http://www.epg-guide.com/it.gz) e cliccare su “Salva”
  • infine godervi i canali con tanto di guida elettronica alla programmazione (EPG).

È sicuro vedere IPTV su Android?

La risposta è no. Quando un rivenditore viene beccato, di solito la polizia postale lascia attivo il loro server per ancora qualche tempo e prende tutti gli indirizzi IP delle persone collegate.

Gli indirizzi IP sono univoci, e permettono di risalire all’utenza connessa, quindi all’identità del titolare della vostra connessione.

Si viene perseguiti perché vedere una IPTV è e resta un grave reato, con cui si rischia una multa molto salata e sanzioni anche peggiori (oltre ad esporsi ad eventuali azioni legali dei detentori dei diritti).

Gli stessi rivenditori ai clienti preoccupati, consigliano di dotarsi di una buona VPN nologs: tipicamente consigliano NordVPN, PrivateVPNIPVanish o altre tra le migliori VPN sul mercato. A tal proposito, vi invitiamo a leggere la Guida alle migliori VPN di Maggio 2019.

Vi consigliamo fortemente di non delinquere e di non utilizzare mai le liste VPN private, evitando di finanziare loschi individui.

Please wait...