Recensione Yi Mini Dash Cam, la telecamera per auto ideale

Il marchio Yi negli ultimi anni, sta conquistando sempre più consensi grazie ai suoi ottimi prodotti in campo video, come ad esempio le action cam (vedi la nostra recensione su Yi 4K Plus) o le sue telecamere di sicurezza, oltre a tante altre tipologie di prodotti.

Quella che invece oggi andiamo a recensire è una delle sue dash camera, o meglio, letteralmente tradotto in italiano, telecamera da cruscotto per auto, ovvero un dispositivo elettronico da attaccare al parabrezza attraverso il quale è possibile registrare immagini e video di ciò che vediamo davanti a noi mentre siamo alla guida.
Nella nostra recensione, il modello da noi provato è la Yi Mini Dash Cam, dispositivo presente anche in altre versioni che si differenziano per costo e qualità dell’immagine, fino ad arrivare al modello Ultra. I prezzi invece variano da un minimo di 40/45 euro per la versione da noi recensita, fino ad arrivare ai 99 euro della versione Ultra, spesso sono comunque disponibili offerte attraverso le quali potrete risparmiare qualche euro.

Per prima cosa andiamo a vedere le caratteristiche tecniche di questo dispositivo.

Caratteristiche Tecniche

GENERALE
Dimensioni54 x 38 x 85.5 mm
Peso70 grammi
HARDWARE
Display2.0″ TFT LCD Wide screen con risoluzione 960×240
ProcessoreDual Core
H.264 CODEC
Audio CODEC built-in
3D Noise Reduction
Funzione WDR (Wide Dynamic Range)
VIDEO E FOTO
Sensore2 Mega pixel
Apertura F2.2
Lenti in vetro con filtro infrarossoAmpio angolo di visione (FOV) di 140°
Risoluzione di registrazione video1920x1080P 30fps
1280x720P 30fps
CONNETTIVITÀ
MemoriaPresente uno slot Micro SD con possibilità di inserire schede di memoria capacità compresa tra 8 e 64 GB. Raccomandata una velocità di almeno 80MB/s per la micro sd.
WiFi802.11 a/b/g/n
DOTAZIONE
Caricatore per auto: ingresso: 12-24 Volt, uscita: 5 Volt DC
Cavo USB-microUSB

Confezione e dotazione

Nella confezione troviamo oltre alla Dash cam, dotata di piastrina con un ottimo adesivo 3M per applicarla al parabrezza, anche un lungo cavo USB-microUSB della lunghezza di 3,5 metri e un alimentatore da auto con uscita 5 Volt a 1A. In fine troviamo anche un completo manuale in lingua italiana.

Analisi e installazione della Yi Mini Dash Cam

La Yi Mini Dash Cam, nonostante il prezzo molto economico, si contraddistingue per una buona qualità costruttiva e dei materiali. Risulta compatta e sfrutta come metodo di aggancio al parabrezza, una piastrina dotata di un potente adesivo 3M. Grazie a questa piastrina, col suo metodo di aggancio rapido, possiamo velocemente staccare e attaccare la dash cam con un semplice movimento dal basso verso l’alto e viceversa, metodo che preferisco rispetto alla classica ventosa in quanto molto più stabile, rapido e meno ingombrante. In questo modo potete in qualsiasi momento e se lo ritenete necessario, staccare la dash cam per conservarla o portarla con voi.

Una volta applicata la piastrina con l’adesivo sul parabrezza e dopo aver agganciato la Dash Cam, non vi resta che sfruttare il lungo cavo Usb da 350 cm, per collegare la dash cam all’alimentatore da auto che sfrutta l’accendisigari. La lunghezza del cavo vi darà la possibilità di nasconderlo infilando tra il parabrezza e le coperture della vostra auto.

Terminato il montaggio e collegati i cavi, a ogni accensione dell’auto, la Mini Dash Cam inizierà a registrare da subito, interrompendo la registrazione solo quando spegnerete l’auto, mostrandovi un breve riepilogo del viaggio. La registrazione dei filmati sfrutta lo slot che trovate sulla parte sinistra della dash cam, dove è possibile inserire una scheda di memoria Micro SD con una capacità compresa tra 8 e 64 GB, registrazione che avviene in loop, ovvero una volta che sarà completamente piena la scheda di memoria, la dash cam continuerà a registrare sovrascrivendo il filmato più vecchio, senza che voi andiate a cancellare manualmente i filmati per liberare spazio. Trovate inoltre sul lato sinistro l’attacco micro Usb e lo Speaker. Sul lato opposto invece è presente il microfono con il tasto reset.

Oltre alle normale registrazione video è disponibile una funzione, che nel momento in cui viene rilevato uno scossone eccessivo, esempio dovuto a un tamponamento o comunque sia a un movimento brusco, registrerà una piccola clip in una cartella separata che non potrà essere sovrascritta o cancellata in modo automatico, funzione che è possibile anche attivare manualmente premendo il primo tasto fisico sulla sinistra raffigurante un pallino rosso.

Gli altri 3 tasti fisici presenti possono essere utilizzati sia per navigare tra i menù, sia per poter mettere in pausa la registrazione (tasto 2), andare nella cartella album per rivedere i video (tasto 3) e andare nel menù impostazioni (tasto 4).

Per quanto riguarda i filmati, la risoluzione massima di registrazione è 1080p, ovvero 1920×1080 pixel a 30 frame per secondo grazie al sensore da 2 Megapixel presente. L’angolo di visione è di 140°, molto ampio, perfetto per riprendere una grande porzione di ciò che si trova davanti a voi. Per quanto riguarda i filmati, abbiamo la possibilità di impostare spezzoni di registrazione della lunghezza di 1 o 3 minuti, in modo da non aver un unico filmato pesante e lunghissimo, ma tanti spezzoni leggeri e facilmente gestibili. Ogni filmato di 3 minuti alla massima risoluzione occupa circa 330 MB. La qualità di ripresa è più che discreta con buona luce, mentre soffre un po’ in condizioni di scarsa luminosità, ma per questo prezzo è sicuramente una delle migliori dash cam presenti in commercio, con un imbattibile rapporto qualità/prezzo. Se cercate qualcosa che registri con una qualità e definizione superiore, potete sempre dare un’occhiata alle altre versioni presenti o valutare direttamente il modello di punta, ovvero la Ultra capace di registrare filmati in risoluzione 2.7K (2688 x 1520 pixel) a 30 fps o 1080p a 60 fps, con inoltre una migliore capacità di registrazione in condizioni di scarsa luminosità grazie all’apertura F/1.9.

Sulla Mini Dash Cam troviamo un display da 2 pollici che si vede bene solo frontalmente, ma su cui si riscontra qualche problema quando ci si sposta lateralmente. Fortunatamente, possiamo però sopperire alla scarsa visione laterale del display, utilizzando l’applicazione disponibile per smartphone e tablet, con la quale è possibile gestire, vedere in tempo reale e scaricare al volo, filmati e foto registrate, oltre a controllare l’inquadratura per ottimizzare la posizione, cosa che vi consiglio durante il primo posizionamento della dash cam sul parabrezza. La connessione della Dash Cam sfrutta la WiFi su di essa presente.

Test Video

Qui sotto trovate un test video in condizioni sia di buona, che di scarsa luminosità, nel quale potrete valutare personalmente la qualità delle riprese:

Dove acquistare Yi Mini Dash Cam

Se siete interessati a questo prodotto, potete acquistare Yi Mini Dash Cam su Amazon da questo link:

Oppure la versione Ultra:

Potete valutare invece gli altri prodotti di Yi Technology, da questo link:

RASSEGNA PANORAMICA
Qualità costruttiva e dei materiali
Rapporto qualità/prezzo
Display
Installazione e uso