Migliori exchange per acquistare criptovalute di Settembre 2021

Scegliere un exchange di criptovalute sicuro e affidabile è molto importante per chi è interessato alla compravendita. Esistono, infatti, numerosi casi di exchange che hanno aperto e chiuso i battenti nel giro di poche settimane o mesi, volatilizzandosi poi nel nulla.

Pubblicità

In queste situazioni i titolari delle piattaforme web fanno perdere le loro tracce, e con esse anche i soldi dei trader. È quanto capitato ad esempio in Sudafrica, dove due fratelli sudafricani nel giugno 2021 hanno sottratto agli investitori 3,6 miliardi di dollari, dopo aver inscenato un attacco hacker nei giorni precedenti.

Per evitare rischi simili, ti invitiamo a prendere in considerazione solo i migliori exchange di criptovalute. Ciascuno di loro consente di acquistare e vendere criptovalute in cambio di una valuta legale (valuta fiat) o altre crypto in totale sicurezza: ecco la nostra scelta.

Cos’è un exchange per criptovalute

Uno exchange crypto è una piattaforma su cui puoi acquistare e vendere criptovaluta. Puoi utilizzare questa piattaforma per scambiare una criptovaluta con un’altra, ad esempio convertendo Bitcoin in Dogecoin, o per acquistare criptovalute utilizzando una valuta normale, come l’euro.

Gli scambi riflettono i prezzi di mercato correnti delle criptovalute che offrono. Puoi anche riconvertire le criptovalute in Euro o in un’altra valuta in uno scambio, da lasciare come contanti all’interno del tuo account (se vuoi scambiare di nuovo in criptovalute in seguito) o effettuare un prelevamento sul tuo normale conto bancario.

Quando acquistiamo una criptovaluta, questa viene depositata in un wallet, ovvero un portafoglio elettronico, paragonabile a un conto corrente. Se per un conto corrente esiste un codice IBAN, per i wallet esiste un indirizzo specifico che identifica il nostro portafoglio elettronico. Ogni exchange, fornisce un wallet ai suoi iscritti, in modo da poter comprare e vendere qualsiasi criptovaluta.

Come valutare un exchange

I parametri fondamentali per determinare la qualità di un exchange crypto, sono fondamentalmente cinque:

Accessibilità

Alcuni paesi, come la Cina, hanno vietato ai cittadini di accedere agli scambi di criptovalute. Potete ben capire quindi come la locazione dell’exchange, potrebbe impedirti di acquistare e vendere criptovalute su determinati scambi a causa di normative statali o nazionali. Per questo motivo l’accessibilità è un fattore molto importante, soprattutto ora che ogni stato sta iniziando a regolamentare l’uso delle Crypto.

Sicurezza

Come per tutti i servizi finanziari, questo aspetto è fondamentale, in quanto visto il giro d’affari che ruota intorno a questo settore, i malintenzionati sono sempre in agguato. Fortunatamente, per gli exchange di crypto più seri adottano tutti i sistemi di sicurezza  più avanzati. Inoltre, per proteggere la tua criptovaluta da hacking o frodi, alcuni scambi hanno polizze assicurative per proteggere le valute digitali che gli utenti detengono all’interno dello scambio. Coinbase, ad esempio, ha una polizza assicurativa del valore di 255 milioni di dollari.

Sia che tu abbia intenzione di mantenere le tue criptovalute all’interno di uno scambio o di averle lì solo per un breve periodo, prima di trasferirle nel tuo portafoglio, la sicurezza dello scambio dovrebbe essere la massima priorità. Ormai è comune il sistema di autenticazione a due fattori, ciò significa che, oltre al tuo nome utente e password, dovrai verificare la tua identità utilizzando un metodo aggiuntivo, come l’inserimento di un codice che ricevi tramite SMS, ogni volta che accedi. Per questo motivo gli exchange più grandi sono anche quelli più affidabili.

Commissioni

Le commissioni sono un’altro fattore da considerare, soprattutto per chi vuole speculare sul continuo cambio di valore di una criptovaluta, commissioni che comunque non varia molto da un exchange a un altro. A volte dietro una commissione più alta, si nascondono vari fattori, questa infatti aumenta o diminuisce in base alla qualità fornita dall’exchange, nella facilità di scambio, nella sicurezza, nell’assicurazione e in tanti altri aspetti. Le commissioni sono presenti per 4 tipologie di operazioni, deposito e prelievo dal conto e acquisto o vendita di una criptovaluta.

Liquidità

Anche in questo caso, la grandezza di un exchange conta molto. Se hai intenzione di acquistare, vendere o scambiare le tue criptovalute, lo scambio che scegli deve avere un volume di scambi sufficiente per garantire che le tue partecipazioni siano relativamente liquide, il che significa che puoi venderle quando vuoi e soprattutto in modo rapido.

Varietà di criptovalute disponibili

Non tutti gli exchange permettono scambi con ognuna delle migliaia di criptovalute esistenti. Se sei interessato a una moneta popolare come Bitcoin o Ethereum, probabilmente la troverai su qualsiasi exchange crypto che stai considerando, cosa invece opposta con le altcoin (criptovalute alternative o minori), soprattutto quelle più recenti o le monete con una capitalizzazione di mercato molto ridotta.

Ricorda, questi tipi di monete sono spesso scommesse ancora più rischiose rispetto a criptovalute già altamente speculative e più consolidate. Ecco perché è sempre raccomandato diversificare le proprie transazioni includendo criptomonete stabili come Bitcoin ed Ethereum. Con qualsiasi moneta crittografica che stai pensando di acquistare in uno scambio, scambia solo un valore in contanti che sei disposto a perdere.

Migliori exchange crypto

1. Bitpanda

Bitpanda exchange crypto

Bitpanda è tra le piattaforme di exchange per criptovalute più apprezzate in Europa. Nasce nel 2014, a Vienna, dall’idea di tre giovani imprenditori austriaci (Eric Demuth, Paul Klanschek e Christian Trummer), e oggi nel territorio Ue ha davvero pochi rivali.

Visita il sito Bitpanda

Puoi comprare Bitcoin in EURO mediante carte di credito Visa e MasterCard, bonifici bancari o trasferimenti via Bitpanda.

Per quanto riguarda invece le commissioni, Bitpanda richiede l’1,49% in caso di acquisto o vendita di Bitcoin.

Importante: a differenza di altri exchange online, Bitpanda specifica che “tutti i sovrapprezzi per la compravendita di criptovalute e delle risorse digitali sono già inclusi nei prezzi offerti”.

Queste, invece, sono solo alcune delle principali criptovalute supportate dalla piattaforma austriaca:

  • Bitcoin
  • Ethereum
  • Litecoin
  • Dash
  • Ripple
  • Bitcoin Cash
  • Stellar
  • EOS
  • Dogecoin
  • Polkadot
  • Uniswap
  • Tether
  • Solana
  • Chainlink
  • Aave

Un altro punto a suo favore è la velocità delle operazioni. Se ad esempio scegli di comprare Bitcoin tramite carta di credito, vedrai la criptovaluta nel tuo wallet nel giro di 10 minuti. Tempi invece più lunghi se si opta per i bonifici bancari, per cui potresti aspettare fino a 5 giorni.

Chiudiamo questa breve panoramica sull’exchange austriaco con il tema sicurezza, in riferimento a come la piattaforma gestisce la verifica dell’identità di ciascun utente. Al momento Bitpanda stabilisce tre procedure diverse per i seguenti profili:

  • Starter: è richiesta un’email verificata per poter vendere Bitcoin fino a 50 euro al giorno e 600 euro in totale
  • Bronzo: oltre all’email, il sistema richiede un numero di cellulare verificato per poter fare anche acquisti, nei limiti previsti dal primo livello
  • Gold: in aggiunta a email e numero di telefono verificati, per il terzo e ultimo livello Bitpanda richiede una chat live, una prova di indirizzo valido e una scansione di un documento d’identità valido

Leggi anche: Quali criptovalute comprare (aggiornato a Settembre 2021)


2. Coinbase

Coinbase exchange criptovalute

Coinbase occupa una posizione di rilievo nella lista dei migliori exchange di criptovalute a livello mondiale. Alla base del suo successo l’esperienza d’uso offerta agli iscritti, insieme alla sicurezza e velocità degli scambi.

Visita il sito Coinbase

La sua fondazione risale al 2012, ad opera degli americani Fred Ehrsam e Brian Armstrong, che a San Francisco stabiliscono le basi di quella che nove anni più tardi sarebbe diventata una società pubblica quotata al Nasdaq di New York.

Per capire la sua grandezza citiamo solo alcuni numeri:

  • 190 nazioni dove è possibile compiere transazioni in Bitcoin
  • 32 Paesi dove scambiare le criptomonete con valute di corso legale

Al momento su Coinbase puoi acquistare e vendere alcune delle crypto a più alta capitalizzazione di mercato:

  • Bitcoin
  • Ethereum
  • Litecoin
  • Ripple
  • Ethereum Classic
  • Bitcoin Cash
  • Dash
  • EOS
  • Stellar Lumens
  • Tezos

Per l’acquisto di una criptovaluta su Coinbase è richiesto l’utilizzo di una carta di credito o debito compatibili con il servizio 3D Secure, mentre per il prelievo sono accettati sia il bonifico bancario che PayPal.

Queste, invece, sono le commissioni fisse applicate all’acquisto e vendita:

  • 0,99 euro per importi pari o inferiori a 10 euro
  • 1,49 euro per importi compresi tra 10 e 25 euro
  • 1,99 euro per importi compresi tra 25 e 50 euro
  • 2,99 euro per importi compresi tra 50 e 200 euro

Infine, in relazione alla verifica dell’identità, Coinbase richiede la certificazione del numero di telefono, un documento di identità valido (con foto) e la prova dell’indirizzo.

Leggi anche: Come fare trading online, le migliori piattaforme


3. Kraken

Kraken exchange criptomonete

Kraken nasce nel 2011, un anno prima di Coinbase, e può essere considerato a tutti gli effetti come uno degli exchange di criptovalute più longevi al mondo. Ha sede a San Francisco, negli Stati Uniti, dove opera ininterrottamente da dieci anni. Anche per questo motivo, quindi, figura tra le prime scelte per chi è alla ricerca di un servizio sicuro e affidabile.

Visita il sito Kraken

Nel momento in cui scriviamo questo pezzo, Kraken supporta oltre 60 criptovalute, tra cui:

  • Bitcoin
  • Bitcoin Cash
  • Ethereum
  • Cardano
  • Tether
  • USD Coin
  • Ripple
  • Stellar
  • Dogecoin
  • EOS

Per quanto riguarda invece i metodi di pagamento, la piattaforma statunitense consente di fare un deposito in euro esclusivamente tramite bonifico bancario, mentre non accetta le carte di credito o di debito.

A livello di commissioni, Kraken si comporta in maniera diversa rispetto ai rivali, prendendo come punto di riferimento la tua attività negli ultimi 30 giorni:

  • 0,16% (maker) / 0,26 (taker) con un volume compreso tra 0 e 50.000 dollari
  • 0,14 (maker) / 0,24 (taker) con un volume compreso tra 50.000 e 100.000 dollari
  • 0,12 (maker) / 0,22 (taker) con un volume compreso tra 100.000 e 250.000 dollari
  • 0,10 (maker) / 0,20 (taker) con un volume compreso tra 250.000 e 500.000 euro

Nota: se il volume è superiore ai 10.000.000 di dollari nell’ultimo mese, le commissioni vengono azzerate.

Anche Kraken, come le altre principali piattaforme di scambio di criptovalute, per la verifica dell’identità richiede un numero di telefono certificato, un documento di riconoscimento in corso di validità e una foto.


4. SpectroCoin

Spectrocoin comprare criptovalute

Un altro exchange di criptovalute che ti invitiamo a prendere in considerazione è SpectroCoin. Si presenta come un sistema ibrido, includendo al suo interno exchange e wallet, col vantaggio di poter completare tutte le operazioni collegate alla compravendita di criptomonete con un unico servizio.

Visita il sito SpectroCoin

La sua nascita risale al 2013, e oggi numerosi addetti ai lavori lo mettono in cima alle loro preferenze. Tra i punti di forza la SpectroCoin Card, una carta prepagata che consente di ritirare sia moneta FIAT sia criptovaluta in qualsiasi sportello ATM di oltre 150 Paesi. Inoltre, è possibile aggiungerla anche alle carte di pagamento dell’account PayPal.

Di seguito la lista delle criptovalute supportate al momento:

  • Bitcoin
  • Ethereum
  • Dash
  • Ripple
  • Litecoin
  • Tether
  • Stellar Lumens
  • Paxos Standard
  • USD Coin
  • TrueUSD

Per quanto riguarda invece le commissioni sui prelievi, viene aggiunta una fee pari a 1,50 euro se si utilizza come strumento il bonifico bancario, con il limite fissato a 100 mila euro.

Questi i metodi di pagamento accettati per acquistare criptovalute:

  • carta di credito o debito appartenente ai circuiti Visa, MasterCard e Maestro
  • bonifico bancario SEPA
  • Skrill
  • Neteller
  • Payeer
  • Perfect Money
  • Advcash
  • Local Bank Transfer (FPS)
  • International Bank Wire

Infine, in relazione alla verifica dell’identità, SpectroCoin richiede la compilazione del modulo KYC (questionario di adeguata verifica), una foto che identifichi la persona che sta richiedendo l’iscrizione alla piattaforma e un documento di riconoscimento valido (la patente di guida non viene accettata).


5. Binance

Binance acquistare criptovalute

Binance è l’exchange di criptovalute più popolare al mondo, ma non solo. Infatti, è anche un wallet di crypto e il fornitore di Binance Coin, tra le principali criptomonete per capitalizzazione di mercato. A fine giugno 2021, si è parlato molto di questo exchange il Regno Unito ha vietato gli acquisti su questa piattaforma di criptovalute, in quanto vuole regolamentare il mercato, facendo in modo che tutti gli exchange si conformino a varie regole (antiriciclaggio, etc).

Visita il sito Binance

Nato nel 2017 per merito dello sviluppatore Changpeng Zhao, l’exchange cinese si differenzia rispetto alla maggior parte delle altre piattaforme per concentrarsi sullo scambio tra criptovalute. In ogni caso puoi anche scambiare una criptovaluta con una moneta legale come euro o dollaro.

Con l’euro, ad esempio, puoi scambiare alcune delle principali crypto in circolazione:

  • Bitcoin
  • Ethereum
  • Binance Coin
  • Litecoin
  • Bitcoin Cash
  • Tether
  • Cardano
  • Dash
  • Dogecoin
  • Ripple

Al momento, i metodi di pagamento accettati sono carta di credito/debito e bonifico bancario, sulla falsa riga degli altri competitor.

Nota positiva anche sul fronte delle commissioni: su Binance paghi lo 0,1% sia che acquisti o che vendi una criptovaluta. Volendo poi, è possibile abbassare i costi fino al 25% se scegli di usare Binance Coin.

Per quanto riguarda infine la verifica dell’identità, l’exchange di Changpeng Zhao richiede un documento di riconoscimento in corso di validità e una foto del viso. In aggiunta a ciò dovrai condividere con la piattaforma nome, cognome, data di nascita e indirizzo di residenza.

Sondaggio

Se hai già esperienza con questo o altri exchange, esprimi la tua preferenza nel nostro sondaggio.

Quale exchange reputi migliore?

Vedi i risultati

Loading ... Loading ...

È tutto, il nostro approfondimento sul miglioi exchange crypto termina qui. Ti consiglio sempre di investire moderatamente finché non entri bene nell’ottica dell’andamento delle crypto, che possono perdere o guadagnare decine di punti percentuali del loro valore in pochi secondi.

Ti potrebbe interessare anche: NFT, cosa sono e come funzionano i token non fungibili

GiardiniShop