Metodi per sapere dove si trova una persona in modo semplice

Ci sono molti modi per sapere la posizione di una persona, ovviamente con il suo consenso. Tracciare la posizione di una persona a sua insaputa è una grave violazione della privacy e un grave reato.

In genere si può monitorare la posizione di una persona tramite il GPS presente sul suo smartphone oppure tramite appositi dispositivi i tracker. In questo articolo tratteremo di entrambe le soluzioni, insieme ai suggerimenti per non farsi tracciare e controllare di non essere tracciati.

Ecco un rapido indice del nostro articolo:

Tracciare la posizione delle persone tramite smartphone

Esistono diverse soluzioni per tracciare la posizione di uno smartphone, alcune sono le funzioni anti furto e smarrimento incluse nei sistemi mobili, altre sono le app social che permettono di condividere la propria posizione, altre ancora sono le app per il parental control.

1. Trovare la posizione tramite le funzioni contro lo smarrimento

Sia Android che iOS dispongono di soluzioni apposite per ritrovare il dispositivo in caso di smarrimento o furto. Entrambe le soluzioni funzionano in modo concettualmente analogo, offrono una interfaccia Web da cui si può individuare la posizione del proprio dispositivo. Per entrare in questa pagina è necessario utilizzare per Android l’account di Google associato al dispositivo, analogamente per iOS si deve utilizzare l’Apple ID associato. Riguardo l’utilizzo di queste funzioni per ritrovare gli smartphone vi lasciamo alla nostra guida dedicata.

Difendere la propria privacy da questi utili strumenti è semplice, basta non condividere la propria password dell’account associato al dispositivo (account di Google, e Apple ID) con nessuno. In caso sospettate che qualcuno sia a conoscenza delle vostre credenziali, non esitate a modificare la password con una più sicura.

2. Le app per condividere la posizione

WhatsApp (Android e iOS)

La famosa app di messaggistica ha una comoda opzione per comunicare la propria posizione agli amici. L’opzione è davvero comoda per farci raggiungere da loro senza l’assillo di dover dare complicate indicazioni. La funzione è disponibile sul client per Android e iOS,

Per condividere la propria posizione basta:

  • aprire la chat della persona a cui vogliamo inviare la posizione;
  • fare un tap sull’icona a forma di + accanto al campo di testo (su Android ha forma di graffetta);
  • premere sull’icona Posizione;
  • scegliere la durata della condivisione.

Sapere dove si trova una persona: posizione WhatsApp

In merito alla durata si può scegliere di condividere solo la vostra posizione attuale, oppure di continuare a trasmettere la vostra posizione anche nelle ore successive (utile se prevedete di spostarvi e volete essere raggiunti).

Difendersi è semplice, basta non lasciare il proprio smartphone sbloccato in mano ad un possibile malintenzionato. Se sapete di averlo fatto nelle scorse ore, si consiglia di disabilitare il GPS dall’apposita opzione del sistema.

Facebook (Android e iOS)

Anche Facebook ha un’opzione per essere trovati dai propri amici. Una volta condivisa la propria posizione è possibile vedere quella degli amici che la condividono.

La funzione è facile da utilizzare, ma non particolarmente utile in Italia, sono pochi coloro che condividono la propria posizione, ed aumenta i consumi di Facebook, un’app che già di suo non è esattamente parsimoniosa nei consumi.

Se volete attivare l’opzione dovete:

  • aprire l’app di Facebook e premere sul tasto menù (che ha l’icona ≡ su Android e quella con nove puntini su iOS);
  • premere sulla voce Altro… e poi su Amici nelle vicinanze;
  • a questo punto sarà possibile vedere una lista degli amici che condividono la propria posizione.

Sapere dove si trova una persona: Facebook la funzione amici nelle vicinanze

Ovviamente anche i vostri amici vedranno la vostra posizione. Premendo in alto a destra su Invita è possibile invitare i nostri amici a condividere la propria posizione.

Localizzatore GPS per Famiglia (Android e iOS)

 

Sapere dove si trova una persona: Family locator app

È una buona app gratuita che permette di sapere sempre dove si trovano amici e/o familiari. Localizzatore GPS per Famiglia funziona in modo molto semplice, dopo una breve registrazione si può creare una cerchia, o aderirvi.

Una volta dentro una cerchia tutte le persone che ne fanno parte potranno sapere le reciproche posizioni rilevate dal GPS. Nell’app è disponibile una cronologia delle posizioni per ogni singolo componente del gruppo, e la possibilità di poter inserire dei luoghi specifici importanti per il gruppo (come ad esempio casa). Si potrà scegliere di impostare delle notifiche ad esempio all’arrivo di un familiare a casa.

L’app è completamente senza pubblicità, e disponibile gratuitamente nella sua versione base. Si possono sbloccare alcune opzioni avanzate, attivando l’abbonamento Premium (al costo di 4,49 euro/mese).

L’app è disponibile gratis su Play Store per Android e App Store per iOS.

3. Le app di controllo parentale

Sono delle applicazioni appositamente studiate per permettere ai genitori di tenere sotto controllo i figli tramite il sensore GPS presente sui loro smartphone. Spesso le app di controllo parentale, permettono anche di avere accesso ad altri dati sensibili, come i messaggi, le chiamate ricevute ed effettuate ed anche le foto.

Le migliori app di controllo parentale sono:

  • Qustodio, è tra le più complete app per Android e iOS dedicate al parental control. Consente facilmente di tenere traccia delle attività svolte dal bambino attraverso il suo smartphone. È semplice monitorare o bloccare l’uso di una specifica app, filtrare i contenuti pericolosi, controllare gli SMS e le chiamate effettuate. Inoltre come tutte le altre app di cui abbiamo parlato permette di tracciare la posizione tramite il GPS, è disponibile in versione gratuita che permette di tenere d’occhio una sola persona, o in versione Premium con canone. Qustodio è disponibile gratis su Play Store e App Store.
  • Mobile Fence, è un altro software molto efficace, disponibile solo per Android permette di monitorare gli SMS, le chat, le chiamate, la cronologia Web e di conoscere in tempo reale la posizione dei figli. L’app è disponibile gratis su Play Store.
  • Boomerang – Parental and Screen Time Controls, per Android è iOS è una app molto simile alle due precedenti soluzioni indicate, può essere utilizzata se quelle precendenti non funzionano bene o non vi soddisfano a pieno. Boomerang è disponibile su Play Store e App Store.

4. I dispositivi per tracciare la posizione delle persone

Abbiamo già parlato dei comodi tracker GPS per le auto (ci andrebbe il link ma il post è ancora in revisione). Esistono validi tracker anche per avere la posizione delle persone, o per tenere d’occhio i bambini.

I tracker GPS per le persone devono avere dimensioni ridotte, ed in genere non hanno una grande autonomia. Ricordiamo che utilizzarli per spiare le persone è una gravissima violazione della privacy ed un reato.

I migliori tracciatori per le persone disponibili sul mercato sono:

Incutex GPS TK104

È un piccolo dispositivo compatto e concettualmente molto semplice: ha una batteria, un sensore GPS e un modulo SIM per comunicare la posizione. Questo dispositivo è più adatto di altri a tracciare la posizione delle persone per le sue dimensioni e peso ridotti. Per farlo funzionare basta una qualsiasi SIM in formato standard (grande), anche senza alcun piano dati, basta che possa inviare e ricevere SMS. Il GPS TK104 è molto apprezzato dai suoi acquirenti, ed ha un comodo manuale in italiano per la prima configurazione.

TKR1 Advanced mini

Si tratta di un altro piccolo dispositivo di localizzazione, costa poco ed è molto efficace. Il localizzatore è ben costruito e compatto, offre circa 4 giorni di autonomia. Il manuale in italiano può essere scaricato direttamente dopo l’acquisto.

TKSTAR Q80

È un comodo smartwatch per bambini, che contiene anche un ricevitore GPS e un modulo di rete. L’orologio permette di inviare e ricevere chiamate (dai numeri preimpostati tramite l’app per i genitori), di sapere la posizione del bambino, e di monitorarne le attività. Il supporto è abbastanza efficiente e il prodotto è molto economico nonostante una buona qualità e robustezza.

I tre dispositivi sono spediti da Amazon, e questa è già una garanzia, se non risultano adatti alla vostre esigenze, oppure se non funzionano a dovere potete restituirli gratuitamente entro trenta giorni. Si sconsiglia di prendere simili dispositivi da altri canali, soprattutto dai siti cinesi: spesso non hanno alcun supporto nella nostra lingua, ed è poco conveniente fare il reso o usufruire della garanzia se non funzionano.

Please wait...