Coronavirus Mappa Aggiornata, con dati dei casi confermati e altre informazioni in tempo reale

Internet è sempre stato un ottimo strumento per reperire informazioni, anche in questo caso in cui purtroppo l’attenzione si sta focalizzando sulla diffusione del Coronavirus Cinese, ovvero un nuovo ceppo di Coronavirus (nCoV) che provoca la COVID-19.

Immuni è l’app che ci aiuterà ad affrontare la “Fase 2“, trovate maggiori informazioni nell’articolo appena linkato.

Sotto invece trovate alcune mappe che indicano il trend del contagio da Coronavirus, due specifiche per l’Italia e una Mondiale, dovete solo attendere qualche secondo il caricamento.

Mappa CoronaVirus Italia

Mappa CoronaVirus Mondiale

La fonti dei dati, che costituisce la prima mappa, derivano dalla Protezione Civile, mentre la seconda mappa deriva da: OMS (Organizzazione Mondiale della sanità), CDC (Centers for Disease Control and Prevention – USA), ECDC (European Centre for Disease Prevention and Control), CCDC (Centro Cinese per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie), NHC (National Health Commission della Repubblica popolare cinese) e DXY (un sito web cinese che integra i rapporti sulla situazione dal NHC e dal CCDC).

Mappa CoronaVirus Italia per Provincia

Questa terza mappa invece, indica la situazione nello specifico nelle province delle regioni del nostro paese. Fonte: Ministero della Salute.

Che cos’è il Coronavirus

I coronavirus (parliamo al plurale perché ne esistono diversi ceppi), sono virus a RNA, ovvero virus che utilizzano l’RNA come materiale genetico. Nell’uomo sono causa nella maggior parte dei casi, di infezioni respiratorie di lieve entità e raramente di grave entità estese a bronchi e polmoni.

Hanno dimensioni comprese tra gli 80 e i 160 nm e solitamente sono responsabili solo di sintomi quali naso che cola, tosse, mal di gola, febbre e cefalea. Ma negli ultimi 20 anni, sono diventati purtroppo noti in seguito alle seguenti epidemie:

  • SARS, tra il 2002 e il 2003
  • MERS, tra il 2012 e il 2013
  • SARS-CoV-2, ovvero la recente pandemia iniziata a fine dicembre 2019.

Coronavirus è stato inizialmente il nome più utilizzato per definire il virus scoperto a Wuhan, città Cinese con 11 milioni di abitanti, capoluogo della provincia di Hubei. Questo virus è causa di un’infezione delle vie respiratorie, che in alcuni casi si aggrava in polmoniti, che possono essere letali.

La malattia che si contrae da questo virus ha preso la nomenclatura di COVID-19, che è la sigla decisa dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), dove “CO” sta per “corona”, “VI” per virus e “D” per la parola inglese “disease” (che vuol dire malattia), mentre “19” indica l’anno in cui è stato identificato.

La sigla SARS-CoV-2, invece identifica il virus che causa la malattia COVID-19. Con”SARS” si indica “sindrome respiratoria acuta grave” (che deriva dall’inglese “severe acute respiratory syndrome”).

Il coronavirus cinese, fa la sua prima comparsa nella città di Wuhan il 31 dicembre 2019, dando il via a una pandemia che ha valicato i confini nazionali. I Coronavirus sono stati identificati per la prima volta a metà degli anni ’60. Le cellule bersaglio primarie sono quelle epiteliali del tratto respiratorio e gastrointestinale.

I Coronavirus normalmente circolano tra gli animali, ma in rarissimi casi alcuni di loro, hanno la capacità di infettare anche l’uomo. Tali infezioni sono meglio conosciute come zoonosi. I Coronavirus, prendono questo nome, in quanto i virioni visti al microscopio elettronico, presentano la caratteristica forma “a corona”.

Sintomi del CoronaVirus

I sintomi del coronavirus, indicati dal sito del Ministero della Salute Italiano, sono:

  • tosse secca;
  • febbre;
  • stanchezza;
  • difficoltà respiratorie;
  • perdita /diminuzione dell’olfatto;
  • perdita del gusto.

Nei casi più gravi, l’infezione potrebbe causare polmonite, insufficienza renale e persino la morte.

Come si trasmette il CoronaVirus

Il nuovo Coronavirus, che provoca la malattia COVID-19, può essere trasmesso da persona a persona, diffondendosi principalmente attraverso lo stretto contatto con una persona malata. La via principale di trasmissione sono le goccioline del respiro delle persone infette con cui possiamo venire a contatto tramite:

  • saliva, tosse e starnuti;
  • contatti diretti personali;
  • anche toccando con le mani contaminate (non ancora lavate) bocca, naso o occhi.

Maggiori Informazioni (Ministero della Salute)

Per maggiori informazioni consultate il sito del Ministero della Salute. Qui sotto trovate i due link principali riguardo questo virus:

Link utili

Proscenic Promo