Telegram: cos’è e come funziona, guida completa

Telegram è un’app di messaggistica istantanea e di broadcasting cloud (cioè distribuzione di messaggi cloud), nata nel 2013 per rispondere al successo di WhatsApp. All’inizio le due app erano molto simili ma negli anni hanno preso strade differenti offrendo servizi diversi.

Telegram è ad oggi un servizio pienamente multipiattaforma; esistono client gratis per i sistemi mobili Android e iOS (il sistema di iPhone e iPad), ed anche per tutti i sistemi desktop Windows, macOS, e Linux. Inoltre, il client è disponibile anche come WebApp da usare dal browser.

Tutti i client del servizio sono Open Source ma lo stesso non si può dire dell’infrastruttura dei server e del protocollo di trasmissione (MTProto) che è di tipo proprietario e sviluppato da Nikolaj Durov, fratello del più famoso Pavel Durov. Entrambi sono fondatori del social network russo antagonista di Facebook: VK.

Differenze fra Telegram e WhatsApp

La differenza principale è sicuramente di approccio: Telegram grazie al massiccio uso del cloud è disponibile per lo stesso account contemporaneamente su più piattaforme, ed i messaggi sono automaticamente sempre sincronizzati fra di loro.

Quindi si può iniziare una conversazione sul telefono, continuarla sul tablet o sulla versione Web e poi ritornare al telefono, senza interruzioni o intoppi. E non si è limitati all’utilizzo di una sola istanza alla volta per account come avviene sul più diffuso concorrente.

Inoltre, alcune cose che sono arrivate più tardi su WhatsApp, erano state prima introdotte su Telegram:

  • gli stickers;
  • le GIF animate;
  • la crittografia end-to-end dei messaggi.

Telegram, resta più completa perché offre:

  • spazio illimitato su cloud per l’immagazzinamento dei file e delle proprie chat;
  • la possibilità di caricare e scambiare liberamente file fino a 1,5 GB;
  • le chat segrete a sicurezza rafforzata, e con possibilità di autodistruzione programmata dei messaggi;
  • la possibilità di cancellare i messaggi per un lasso di tempo più lungo (48 ore);
  • supporto alle cartelle, per organizzare a dovere le proprie chat;
  • supporto più avanzato ai gruppi;
  • la presenza dei comodi canali e dei bot.

Invece, risulta indietro rispetto a WhatsApp sul fronte delle videochiamate che non sono ancora disponibili (dovrebbero arrivare a breve).

Installare e registrarsi su Telegram

L’installazione è davvero semplicissima. L’applicazione di messaggistica è gratis su tutte le piattaforme.

Su Android e iOS, basta recarsi rispettivamente su Play Store e App Store e premere sul pulsante di installazione.

Su Windows, Mac e Linux si può scaricare l’eseguibile direttamente dal sito ufficiale. L’app si può anche utilizzare direttamente da Web semplicemente andando a questo indirizzo.

Registrarsi è altrettanto semplice. Si può creare un account tramite: web app, app mobile o applicazione desktop. In modo simile a quanto avviene su WhatsApp la prima volta bisognerà inserire il proprio numero di telefono e si riceverà un messaggio con un codice di conferma da inserire.

Installare e registrarsi su Telegram

La procedura è sostanzialmente analoga su ogni piattaforma e funziona anche se siamo già connessi su una piattaforma e vogliamo entrare su un’altra.

Ad esempio siamo collegati col nostro telefono e vogliamo entrare da computer. La procedura è analoga: ci verrà chiesto di inserire il nostro numero di telefono ma questa volta il codice di sicurezza verrà inviato sul nostro account Telegram (nel caso del nostro esempio, sull’app del cellulare).

Usare Telegram

Usare Telegram

Se avete mai utilizzato WhatsApp o qualche altro programma di messaggistica, il tutto vi sarà molto familiare. Al centro si hanno tutte le conversazioni (gruppi, canali e bot), ordinati in base all’ultimo messaggio ricevuto. In basso a destra è presente l’icona per avviare una nuova conversazione singola, un gruppo o un canale.

In alto a sinistra è presente invece il tasto menù che permette anch’esso di creare le nuove conversazioni, le chat segrete ed i canali di cui abbiamo parlato ed in più permette di accedere alle impostazioni.

Insomma, è tutto semplice e molto immediato, dopo poco vi troverete a vostro agio.

La chat segreta di Telegram

Si tratta di una delle funzioni più apprezzate del comodo servizio di messaggistica. Queste chat hanno una sicurezza rafforzata ed alcune importanti limitazioni che servono per garantire la privacy. I messaggi sono crittografati, con crittografia end to end e sono salvati in locale sulle piattaforme da cui si messaggia, così da non essere accessibili nemmeno agli sviluppatori.

Se utilizzare una chat segreta dovrete accettare le seguenti limitazioni:

  • non sarà possibile fare screenshot della conversazione;
  • non sarà possibile effettuare l’inoltro ad altri di file e messaggi della conversazione;
  • se una conversazione segreta verrà cancellata da voi verrà cancellata anche dal cellulare del ricevente;
  • non è possibile modificare i messaggi una volta inviati;
  • non è possibile continuare la conversazione su un altro dispositivo perché i messaggi ed i file sono conservati in locale (quindi se iniziare la conversazione segreta su un telefono non si può continuarla su computer).

Avviare una chat segreta è davvero semplice, solo su mobile si può premere sul tasto menù in alto a sinistra e premere sulla voce “Nuova chat segreta”, quindi selezionare il contatto che sarà invitato a partecipare. Una volta che avrà accettato si potrà conversare.

I canali di Telegram

migliori canali telegram

Sono dei mezzi di comunicazione mono-direzionali in cui un emittente broadcaster può comunicare con tanti riceventi. Esistono canali di ogni genere, alcuni sono legali, altri pirata. In genere in un canale gli utenti registrati possono solo ricevere. Sono molti i siti di notizie e di guide che hanno lanciato propri canali telegram.

Se volete potete consultare il nostro apprezzato canale GiardiniBlog , su cui pubblichiamo le nostre guide e qualche offerta irrinunciabile.

Se volete saperne di più su questo aspetto del programma di messaggistica e scoprire i migliori broadcaster, non potete perdervi la nostra apprezzata guida ai migliori canali di Telegram.

I fantastici gruppi

I gruppi sul servizio di messaggistica sono decisamente più evoluti rispetto a quelli disponibili su WhatsApp. Possono integrare anche dei comodi bot, così da facilitarne la gestione e da essere più pratici nell’utilizzo.

Un gruppo su Telegram può avere fino a 200 mila partecipanti contro i soli 256 dei gruppi WhatsApp ed ognuno dei partecipanti può condividere file grandi fino a 1,5 GB, messaggi, immagini, video e audio. Tutto ciò non intasa la vostra memoria fisica perchè solo i file che decidete di scaricare finiscono in locale mentre il resto resta sempre a vostra disposizione su cloud.

Abbiamo dedicato un approfondimento ai migliori gruppi Telegram vi invitiamo a consultarlo per saperne di più.

Bloccare qualcuno su Telegram

Ovviamente, come per ogni altra chat, potete decidere di bloccare gli utenti che vi infastidiscono. Bastano pochissimi passi per farlo, bisogna:

  • aprire l’app;
  • premere a lungo sulla chat, ed apparirà la barra delle opzioni;
  • premere quindi sul pulsante con tre puntini in alto a destra e infine sulla voce “Blocca utente“.

L’utente bloccato non vedrà più la vostra immagine di profilo, né nulla che riguarda il vostro account e la vostra attività e non potrà inviarvi né messaggi, né chiamate, né invitarvi in una chat privata.

Altri Trucchi per usare al meglio Telegram

Telegram è un software che si aggiorna molto frequentemente ed è ricco di funzionalità più o meno avanzate. Se volete conoscere usi non convenzionali ed altri segreti, vi invito a leggere il nostro articolo dedicato ai trucchi e segreti per Telegram.